Pubblicato da Alberto il 25 Luglio 2017

La straordinaria fauna autoctona (e non) delle Isole Svalbard

In questa sottile e fredda striscia di terra che costeggia il mare di Norvegia è possibile trovare il novanta per cento di tutte le forme viventi: tra questi abbiamo appena avvistato piccole e tenere renne (che si stanno preparando per la stagione invernale) e pigri trichechi nella fase di siesta pomeridiana e noi proseguiamo la nostra navigazione per non disturbarli troppo.

Ma il fascino delle isole è legato anche alla famosa figura dei trapper, i cosiddetti cacciatori di pellicce che sull’isola hanno lasciato qualche traccia…

Piccole Renne delle Svalbard

 

 

 

 

 

 

Siesta dei trichechi

 

 

 

 

 

 

 

La seduta del trapper